ALTRE TEMATICHE

Omessi versamenti periodici e credito Iva: ancora dubbi

Gli ultimi giorni di gestione della dichiarazione Iva vengono lasciati normalmente alla ricerca, in extremis, della soluzione dei casi incagliati. A dispetto di quanto poteva apparire da una prima lettura della soluzione tracciata dalla circolare 42/E/2016 § 4.3, anche quest’anno si ripresenta l’annosa questione di come gestire la presentazione della dichiarazione del soggetto con versamenti…

Continua a leggere...

Dichiarazioni di intento più disinvolte

Il prossimo 1° marzo entrerà in vigore la nuova modulistica delle dichiarazioni d’intento, così come riformata dal provvedimento AdE del 2 dicembre scorso. Sull’apparente inutilità di tali modifiche avevamo già formulato alcune osservazioni lo scorso dicembre (“Lettere d’intento e “processo alle intenzioni”) all’indomani delle precisazioni fornite dalla risoluzione 120/E/2016. Tale tesi, di fatto, risulta ora…

Continua a leggere...

Complicazioni dall’anticipo del modello IVA

La dichiarazione IVA per l’anno 2016 dovrà essere trasmessa entro il prossimo 28 febbraio. Non sembrano realistiche, al momento, ipotesi di proroga di questo termine; non si tratta di non accogliere le istanze degli operatori (comunque subissati dagli adempimenti) ma, semplicemente, di dover ottemperare alle prescrizioni comunitarie che richiedono la fornitura di dati di sintesi…

Continua a leggere...

Riduzione INPS forfettari: indietro tutta sul rinnovo dell’opzione?

I contribuenti forfettari di cui all’articolo 1, comma 54, L. 190/2014 già beneficiari del regime contributivo agevolato nel 2016, non devono presentare una nuova comunicazione per poter beneficiare della riduzione contributiva del 35% anche nel 2017. È questo uno dei principali chiarimenti resi dall’INPS con la circolare n. 22 dello scorso 31 gennaio. È noto…

Continua a leggere...

Considerazioni sulla bozza di decreto sul servizio civile universale

Quello sul servizio civile universale è il primo (e speriamo che non rimanga l’unico) dei decreti figli della Legge 106/2016 (delega al Governo per la riforma del Terzo settore, dell’impresa sociale e per la disciplina del servizio civile universale), che sta per essere approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri avendo già ottenuto, sul…

Continua a leggere...

Cumulo contributivo gratis anche per i professionisti

Finalmente anche per i professionisti sarà possibile il “cumulo” gratuito dei versamenti contributivi effettuati in due o più gestioni previdenziali, ai fini del conseguimento di una pensione ”unica”. A stabilirlo è la legge di Bilancio 2017 che, a decorrere dal 1/1/2017, estende tale facoltà (esclusa fino al 31/12/216) anche ai professionisti iscritti alle casse private…

Continua a leggere...

Confini più certi per le comunicazioni IVA

L’anno 2017 sarà caratterizzato dall’avvio del nuovo metodo di invio periodico dei dati IVA, in sostituzione e completamento dell’invio dello “spesometro” vecchia maniera e di altre comunicazioni, quali quelle relative agli acquisti senza IVA da San Marino, alle operazioni con paesi black list (abrogato già con decorrenza 2016) e agli intra acquisti (peraltro con la…

Continua a leggere...

Contributi INPS 2017 per artigiani e commercianti

Il reddito minimo annuo da prendere in considerazione per l’anno 2017 ai fini del calcolo del contributo IVS dovuto dagli artigiani e dagli esercenti attività commerciali rimane invariato rispetto all’anno 2016 ed è pari a 15.548 euro. Lo ha reso noto l’INPS con la circolare n. 22 di ieri. La conferma della soglia dell’anno precedente…

Continua a leggere...

Semplificati e regime per cassa: proviamo con meno pregiudizi?

Nel corso della giornata del Master Breve nella quale si analizzano le novità della legge di Bilancio 2017, non vi è ombra di dubbio su quale sia stato l’argomento mattatore: la nuova contabilità semplificata per cassa. Lo testimoniano i tanti quesiti ricevuti che, molto spesso, valutano la novità in relazione agli aggravi che ne possono…

Continua a leggere...

Semplificati e regime per cassa: ipotesi pure o spurie?

Abbiamo ormai preso già tutti consapevolezza delle difficoltà che accompagneranno il nuovo regime per cassa dei contribuenti semplificati; basterebbe già questo per ribadire la inopportunità di avere inserito un regime obbligatorio e non facoltativo. Infatti, da un lato passa il tormentone della definizione, quale quella del “semplificato per cassa”, mentre – per altro verso –…

Continua a leggere...