PENALE TRIBUTARIO

Abuso del diritto a rilevanza penale: passo indietro della Cassazione

La falsità ideologica che interessa il contenuto della dichiarazione è punibile penalmente, e non può quindi essere invocata l’irrilevanza penale prevista dal Legislatore per le fattispecie di abuso del diritto. Sono queste le conclusioni a cui è giunta la Corte di Cassazione, con la sentenza n. 38016 del 31.07.2017. Il caso riguarda una società che…

Continua a leggere...

Quando gli imprenditori non vogliono ascoltare

Sono tante, sempre di più, le “storie” che ci racconta la Suprema Corte di Cassazione Penale in materia di alterazioni di bilanci, volte ad offrire ai terzi un quadro della situazione finanziaria, economica e patrimoniale assai più florido di quello effettivo. Così è nella sentenza n. 33289/2017, nella quale il fallito aveva capitalizzato dei costi…

Continua a leggere...

Fatture false e condotta illecita dell’amministratore

L’articolo 2 del D.Lgs. 74/2000 (rubricato dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti) sanziona – ai fini penali tributari – con la reclusione da un anno e sei mesi a sei anni chiunque, al fine di evadere le imposte sui redditi o sul valore aggiunto, avvalendosi di fatture o altri…

Continua a leggere...

Responsabilità del liquidatore per omesso versamento delle ritenute

In tema di responsabilità del liquidatore per il mancato pagamento delle imposte dovute durante il periodo di liquidazione (o per i periodi antecedenti) la Cassazione con la sentenza n. 23161/2017 è nuovamente intervenuta a delimitare i confini della normativa tanto sul fronte meramente civilistico-fiscale quanto sotto il profilo penale. L’articolo 36 D.P.R. 602/1973 stabilisce che…

Continua a leggere...

La Cassazione si pronuncia ancora in tema di cause di non punibilità

Con la sentenza n. 30139 depositata il 15 giugno 2017, la Corte di Cassazione, Sezione Terza Penale, ha affrontato il tema della non punibilità per il reato di omesso versamento delle ritenute risultanti dalle certificazioni rilasciate ai sostituiti d’imposta, reato previsto e punito dall’articolo 10-bis del D.Lgs. 74/2000. Nel caso di specie, relativo al periodo…

Continua a leggere...

Omesso versamento dell’Iva configurabile anche per il 2005

Il delitto di omesso versamento dell’Iva punito dall’articolo 10-ter del D.Lgs. 74/2000 è stato introdotto nel nostro ordinamento penale dall’articolo 35, comma 7 del D.L. 223/2006, convertito con modificazioni nella L. 248/2006. Si è posta la questione se la fattispecie incriminatrice potesse riguardare anche l’omesso versamento dell’Iva annuale relativa al 2005 atteso che la relativa…

Continua a leggere...

Cause di non punibilità e principio del favor rei

Con la sentenza n. 11417 depositata il 9 marzo 2017, la Sesta sezione penale della Corte di Cassazione ha affrontato il tema della non punibilità per il reato di omesso versamento di ritenute dovute o certificate in relazione ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore della nuova disciplina di cui al D.Lgs….

Continua a leggere...

Violazioni ambientali e obbligo di bonifica

Con l’interessante sentenza n. 4875 del 21.11.2016, il Consiglio di Stato ha affrontato lo scottante tema degli obblighi di messa in sicurezza di emergenza, bonifica e ripristino ambientale ricadenti in capo al proprietario del terreno non colpevole dell’illecito di abbandono di rifiuti. La vicenda traeva origine dal ricorso proposto innanzi al Tribunale amministrativo regionale del…

Continua a leggere...

Falsificare l’attestato energetico è reato penale

Rientra nel reato di truffa (articolo 640 cod. pen.) la falsificazione dell’Attestato di prestazione energetica (cd. APE), allegato ad un contratto di vendita immobiliare, nel caso la vendita abbia ad oggetto un alloggio con una classe energetica “diversa” da quella dichiarata nell’attestato. Questo è quanto affermato dalla Corte di Cassazione penale con la sentenza n….

Continua a leggere...

L’elemento soggettivo della dichiarazione fraudolenta

Con la sentenza n. 7941 depositata in data 20 febbraio 2017, la Corte di Cassazione, Sezione Terza Penale, si è pronunciata in ordine a un interessante caso, inerente la fattispecie delittuosa di dichiarazione fraudolenta, che riguardava l’applicazione sia della misura custodiale, sia della misura interdittiva della sospensione dell’esercizio della professione, a un commercialista indagato per…

Continua a leggere...